RICORDI IN BIANCO E NERO

 

La mostra di Franco Murer…

53_afisa.murer

 

 

 

verrà inaugurata venerdì 25 settembre alle 19:30 presso l’ex posta di Ag.Marina (il piccolo edificio, detto ‘paliò teloneio’, che si trova tra l’ex-dogana ed il bar Glaros).

La data non è casuale, in quanto coincide con la programmata firma del Patto di Amicizia tra Leros e Sabaudia, facendone un’eco storico-artistica in quanto la serie dei quadri del Maestro si ispira a testimonianze di episodi di amicizia italo-greca durante la 2° guerra mondiale.

I dipinti sono completati da due incisioni di Takis Katzoulidis e da una serie di ceramiche di Andrea Papadatos che interpretano le testimonianze nello stile dell’Autore.

Le testimonianze raccolte sono trascritte in italiano ed in greco nel catalogo della mostra, che fa da cicerone conducendo il visitatore a scoprire il retroscena storico che sta alla base di ciascun episodio illustrato nei dipinti.

Come racconta nell’introduzione al catalogo la curatrice e coordinatrice Margherita Bovicelli, Agente Consolare in Kalamata, l‘iniziativa della mostra prende le mosse dalla storia di Guido, scalpellino nascostosi dopo l’8 settembre nelle campagne di Lepanto, che lascia sparsi nella zona manufatti della sua arte apprezzati ancora oggi.

La mostra, che attraversa la Grecia in sei tappe per concludersi in dicembre ad Atene presso l’Istituto Italiano di Cultura, rappresenta un’ulteriore realizzazione della Rete di Cooperazione Culturale sorta su iniziativa dell’associazione, e ne conferma la validità e vitalità.

La mostra resterà aperta dalle 19:00 alle 22:00 fino al 10 ottobre.

 

 

 

 

LAST NEWS

member login